Giovedì, 05 Agosto 2021
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Trasporto scolastico a Catanzaro, le nuove fasce di reddito
LE AGEVOLAZIONI

Trasporto scolastico a Catanzaro, le nuove fasce di reddito

di

Trasporto scolastico, è tempo di richieste. La stretta sulle riaperture determinata dall'aumento dei contagi da Covid-19 non ferma la marcia verso il rientro a scuola e a Catanzaro è già tutto pronto anche per rimettere in moto gli scuolabus. Il provvedimento espletato da un avviso pubblico che dà il via alla presentazione delle domande, riguarda gli studenti delle Scuole primarie e medie.

C'è tempo fino all'11 settembre e la spesa che graverà sulle singole famiglie sarà determinata sulla base dell'Indicatore della situazione economica equivalente e naturalmente dalla scuola frequentata dallo studente. Rette divise in due tranche che, seguendo il calendario solare, fissano la quota Isee che dà diritto all'esenzione a 1.500 euro. Le famiglie che non superino i cinquemila euro invece saranno tenute a versare un contributo di 30 euro. Quarantacinque euro è invece la cifra richiesta alle famiglie il cui Isee oscilli tra i cinque e i diecimila euro. Questa l'ultima soglia indicata visto che il costo diventa uguale per tutte le famiglie che la superino attestandosi a 75 euro.

Sempre seguendo il criterio dell'Isee e tenendo conto delle stesse fasce, le famiglie dovranno anche mettere in conto le quote previste per garantire ai ragazzi il trasporto scolastico da gennaio a giugno. Scuolabus gratuito per i più indigenti, per tutti gli altri il contributo richiesto è rispettivamente di 50, 75 e 125 euro.

Va meglio alle famiglie i cui figli frequentano la Scuola media. Sì, la fascia d'esenzione non cambia, ma per i nuclei che presentino un Isee tra i 1.500 e i novemila euro il contributo richiesto a copertura del periodo che va da settembre a dicembre è di 18 euro. Fascia unica, insomma, perché oltre i novemila euro la cifra è di 30 euro senza altre differenze. Di 33 e 55 euro sono invece le somme fissate dal Comune per la copertura del servizio da gennaio a giugno per ciò che concerne rispettivamente le famiglie inserite nella fascia Isee che va da 1.500 a novemila euro e poi per la generalità dei nuclei.

Sconti previsti poi per le famiglie in regola con le quote dello scorso anno scolastico, per il quale il trasporto su scuolabus si interruppe ben prima di giugno, da qui la scelta di differenziare i termini di presentazione delle domande e quelli di pagamento delle quote fissati al 16 settembre. Questo il sistema individuato dal Comune per comunicare alle singole famiglie gli esatti importi da versare quale adempimento necessario a farsi che gli studenti usufruiscano sin da subito del servizio di trasporto scolastico.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook