Mercoledì, 12 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Mascherine "made in Calabria", quattro aziende in campo
L'INIZIATIVA

Mascherine "made in Calabria", quattro aziende in campo

di

Quattro aziende calabresi che operano in sinergia con l'Università della Calabria e lavorano per i calabresi sul fronte anti-Covid producendo mascherine certificate.

Così il vicepresidente della Regione Nino Spirlì ha sintetizzato l'iniziativa che vede protagoniste quattro aziende della nostra regione che hanno deciso di riconvertire parte della loro produzione per realizzare mascherine di tipo chirurgico (a regime si arriverà a produrne 200mila al giorno) certificate dall'Istituto superiore di Sanità (Iss), con la consulenza analitica del “MaskTest Unical Team” dell'ateneo cosentino.

Ieri in Cittadella la presentazione dell'iniziativa che coinvolge “Gli artigiani del riposo” di Oriolo, “Alessandro Pagano” di Arena, “Moda Service” di Cittanova , “GLF” di Castrovillari. Accanto a Spirlì gli assessori Sandra Savaglio (Istruzione, Università e ricerca) e Gianluca Gallo (Welfare e Politiche agricole), il prof Vincenzo Pezzi, ordinario di biologia applicata (Unical), e i rappresentanti delle quattro aziende: Vincenzo Brancaccio, Alessandro Pagano, Rosario Tranfo e Graziano Garofalo.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola, edizione della Calabria

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook