Domenica, 20 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
ABITAZIONI

Case popolari, in Calabria poche le domande per sanare le occupazioni abusive

di

Case popolari: a fronte di migliaia di occupazioni senza titolo l'adesione alla legge regionale di regolarizzazione - contrariamente alle attese e alle prime richieste arrivate - può considerarsi un mezzo flop. È il primo dato emerso a conclusione della fase operativa della legge regionale dello scorso anno che ha di fatto lanciato una moratoria senza precedenti nel settore delle politiche abitative.

Agli uffici dell'Azienda per l'edilizia residenziale pubblica della Calabria sono state protocollate 770 domande in totale. A Crotone 29 istanze arrivate per la regolarizzazione delle occupazioni abusive prima del 30 giugno 2013; 15 per l'assistenza temporanea per occupazione dopo quella data da nuclei familiari molto deboli, per un totale di 44. A Catanzaro 98 e 92 per un totale di 190. A Vibo Valentia 25 e 23 (in tutto 48).

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola, edizione della Calabria

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook