Martedì, 26 Marzo 2019
stampa
Dimensione testo
TRENITALIA

Ferrovie, si aprono spiragli per l'attivazione del Frecciargento Roma-Sibaritide

Frecciargento Roma-Sibaritide, servizio ferroviario, trenitalia, Danilo Toninelli, Fabrizio dell’Orefice, Gaetano Marzulli, Mario Oliverio, Orazio Iacono, Paolo Attanasio, Roberto Musmanno, Sabrina De Filippis, Silvana Rosa Abate, Cosenza, Calabria, Economia
Treno Trenitalia

Istituire un servizio ferroviario ad elevate prestazioni a mercato, di tipo "freccia", tra la Sibaritide e Roma. E' l'oggetto della proposta discussa ieri a Roma, durante una riunione nella segreteria del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti.

L'incontro è giunto all'indomani dell'invio della nota indirizzata al Ministro Danilo Toninelli e all'Amministratore delegato di Trenitalia Orazio Iacono da parte del Presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, il quale aveva chiesto “un ulteriore approfondimento circa l'istituzione del servizio proposto, per consentire la sua attivazione in tempi rapidi, auspicabilmente per la ormai prossima stagione estiva”.

All'iniziativa, presieduta dal capo della segreteria del Ministro, Gaetano Marzulli, erano presenti l’assessore alle infrastrutture della Regione Calabria, Roberto Musmanno, la senatrice Silvana Rosa Abate e i dirigenti di Trenitalia Paolo Attanasio, Fabrizio dell’Orefice e Sabrina De Filippis.

Al termine dell'incontro l'assessore Musmanno ha riferito che “grazie all'impegno di tutte le parti coinvolte, si è aperto uno spiraglio molto interessante per veder realizzato il progetto del primo treno Alta Velocità  per la Sibaritide. E’ prematuro parlare di risultati ma è bene sapere che la Regione Calabria non rinuncerà al progetto del collegamento tra la Sibaritide e la capitale”.

Nel corso della riunione sono state illustrate da Trenitalia le risultanze dell’indagine di mercato commissionata da Trenitalia stessa per verificare la fattibilità economica del progetto industriale del nuovo servizio.

I dati raccolti confermano che il livello della domanda stimata nel rapporto di fattibilità prodotto dalla Regione Calabria non è sufficientemente adeguato a garantire la copertura dei costi di un servizio a mercato di siffatta natura.

Tuttavia, dopo una approfondito esame tecnico della situazione, Trenitalia si è impegnata a proporre in tempi molto stretti una soluzione alternativa basata su una rimodulazione di servizi AV esistenti per garantire in ogni caso il treno AV, ma con costi più contenuti, in modo da rendere comunque possibile l’avvio del servizio.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook