Martedì, 26 Marzo 2019
stampa
Dimensione testo
LAVORI PUBBLICI

Cantieri, sprechi e miliardi bloccati: la mappa delle grandi incompiute in Calabria

di

Cantieri fermi, bloccati spesso per la mancanza di fondi e un intero indotto paralizzato dalla crisi. Sono almeno un centinaio, secondo un censimento condotto dalla Filca, il sindacato del settore costruzioni della Cisl, le opere ferme al palo in Calabria.

Una situazione insostenibile, che ora potrebbe sbloccarsi se il governo approvasse il decreto caldeggiato soprattutto dalla Lega. Come si legge sulla Gazzetta del Sud in edicola, A giorni dovrebbe arrivare la revisione del codice degli appalti, la moratoria sui requisiti per gli appalti delle imprese, lo snellimento di alcune procedure.

Palazzo Chigi pensa di attivare una nuova cabina di regia che dovrebbe coordinare gli investimenti. Al Sud i lavori bloccati valgono oltre 3 miliardi. Gran parte di questa montagna di denaro interessa la Calabria con il megalotto della Statale 106 jonica, per un importo di 1,3 miliardi di euro, e l'ospedale di Reggio Calabria, 114 milioni. Ma gli esempi di opere ferme sono davvero tanti.

A Catanzaro, per esempio, i cittadini della zona Lido aspettano da oltre trent'anni la costruzione del nuovo depuratore, il cui costo si aggira sui 30 milioni.

Completamente fermo risulta pure il cantiere per la realizzazione del nuovo Palazzo di giustizia a Reggio Calabria

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook