Martedì, 27 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura La "Maestà sofferente" di Pesce, Catanzaro si candida ad ospitarla
L'OPERA

La "Maestà sofferente" di Pesce, Catanzaro si candida ad ospitarla

di

La disponibilità mostrata dall'architetto e designer ligure Gaetano Pesce - «vorrei donare alla Calabria la mia opera “Maestà sofferente”» - sembra aver colto nel segno.

Non c'è solo l'apertura della governatrice Jole Santelli ad accogliere in questa regione l'installazione di otto metri, raffigurante un corpo femminile nudo e infilzato da centinaia di frecce, metafora efficace della violenza sulle donne. Nelle ultime ore si stanno registrando diverse disponibilità ad accogliere nei propri territori l'opera già esposta in piazza Duomo, a Milano.

Tra i più convinti sostenitori dell'idea c'è l'architetto Maurizio Rubino, già assessore alla Cultura della Provincia di Catanzaro e stretto collaboratore per lungo tempo di Michele Traversa, attuale presidente del Parco della Biodiversità che ha sede nel capoluogo calabrese.

L'articolo completo nell'edizione odierna della Calabria della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook