Domenica, 29 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Tropea, sei i vincitori della borsa di studio di studio in memoria di Antonio Mamone
L'INIZIATIVA

Tropea, sei i vincitori della borsa di studio di studio in memoria di Antonio Mamone

di

Sono sei i ragazzi vincitori della Borsa di studio “Costruisco il mio futuro” in memoria di Antonio Mamone un imprenditore di Tropea, fortemente legato al suo territorio e ai suoi luoghi dell’anima ricchi di storia e di bellezze naturali da mozzare il fiato, precocemente scomparso due anni fa.

Gli studenti che hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento, la cui consegna avverrà il 26 agosto nella città candidata a capitale della cultura, sono: Maria Luisa Pugliese di Caria di Drapia per il Liceo Classico;  Francesco Paparatto di San Nicolò di Ricadi per il Liceo Scientifico;  Jona Muscia di Tropea per l'Istituto Professionale per i Servizi Commerciali - Ambito Turistico; Chiara Florio di Zambrone per l'Istituto Professionale per i Servizi per l'Enogastronomia e dell'Ospitalità Alberghiera;   Antonio La Torre di Tropea per l'Istituto Professionale per i Servizi per l'Enogastronomia e dell'Ospitalità Alberghiera;  Stefania Orfanò di Tropea per l'Istituto Professionale per i Servizi per l'Enogastronomia e dell'Ospitalità Alberghiera. Durante la conferenza di presentazione - coordinata dal caporedattore della Tgr Calabria Pasqualino Pandullo, profondamento legato all’imprenditore scomparso, e dalla giornalista Nadia Macrì –il curatore del bando Damiano Vita ha sottolineato l’impegno profuso in stretta collaborazione con l’Istituto superiore di Tropea e la famiglia Mamone “nel perfezionamento del bando, segno concreto di un cammino” portato avanti insieme ad Anna Accorinti, tra i vincitori della prima edizione, Alfiere del Lavoro.

Nel corso della presentazione ha portato il suo saluto il sindaco Giovanni Macrì che ha sottolineato l’ amore di Antonio “per la città di Tropea e la sua determinazione nel difendere il patrimonio culturale”. E’ seguito il ricordo del dirigente scolastico dell’IIS di Tropea Nicolantonio Cutuli il quale ha sottolineato che “Antonio ha aperto le cucine del Tropis Hotel ai ragazzi” e che “in una situazione di emergenza ha trovato la soluzione per garantire agli studenti la formazione continua” consentendo a tanti di “investire sul proprio futuro”.

Particolarmente commosso è stato, inoltre, l’intervento di Domenica Mamone, sorella dell’imprenditore scomparso che ha raccontato i sogni e i tanti progetti del fratello in direzione della crescita del territorio. Tra le novità dell’iniziativa culturale di quest’anno l’opera in ceramica raku “Il dono” realizzata dall’artista calabrese Vanessa Cariati, che accompagnerà negli anni la Borsa di studio e che ad ogni edizione si “arricchirà di un fiore grazie anche all’arte del maestro del ferro Francesco Massara”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook