Venerdì, 18 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Ecco il “Vocabolario del dialetto acquarese" per non preservare il patrimonio culturale
LIBRI

Ecco il “Vocabolario del dialetto acquarese" per non preservare il patrimonio culturale

di

Ha lo scopo di preservare il vernacolo locale come patrimonio culturale, civile e politico il “Vocabolario del dialetto acquarese, la nuova fatica letteraria e di ricerca del poeta, scrittore ed ex giornalista Nando Scarmozzino, edita da “Libritalia Edizioni, Vibo Valentia”.

Circa cinquemila voci a rappresentare una sorta di architrave del vivere identitario della comunità acquarese. Un volume che, secondo l’autore dell’introduzione, Pasquale Galati, docente di Filosofia e Scienze Umane al Liceo di San Giovanni in Fiore: «può rappresentare uno stimolo per le nuove generazioni per “saperne di più” sul nostro linguaggio e la nostra storia ma anche essere di aiuto a per chi volesse leggere o scrivere il dialetto, in quanto rappresenta un formidabile strumento di chiarificazione/conoscenza linguistica e comunicativa a cui attingere per ritrovare se stessi e mantenere in vita l’identità sociale e culturale del paese». Soprattutto oggi in cui: «le variegate e confuse tendenze esterofile e le “mutazioni” espressive mutuate dai linguaggi informatici e multimediali prosegue Galati - espongono i dialetti e le culture popolari al rischio di una lenta, progressiva e inesorabile estinzione, mentre è quanto mai opportuno preservarne la sopravvivenza e la straordinaria ricchezza umana». Il volume sarà in circolazione già dalla settimana prossima.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook