Domenica, 29 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Beni confiscati, in Calabria 12 assegnazioni dirette
ASSEGNAZIONE

Beni confiscati, in Calabria 12 assegnazioni dirette

La procedura completata per la prima volta senza l’intermediazione di enti locali. Interessate le province di Reggio, Cosenza, Crotone e Vibo
Calabria, Cronaca
Wanda Ferro

Sono 12 gli immobili confiscati alla criminalità organizzata, in Calabria, per i quali per la prima volta – in applicazione della normativa introdotta dal Codice antimafia nel 2017 – si sono concluse le attività per l’assegnazione diretta ad enti del terzo settore, senza cioè l’intermediazione degli enti locali. A renderlo noto è il sottosegretario all’Interno Wanda Ferro, delegata dal ministro Matteo Piantedosi all’Agenzia dei beni confiscati. «La graduatoria definitiva del bando – spiega il sottosegretario catanzarese – è stata approvata dal Consiglio dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, diretta dal prefetto Bruno Corda, al termine di un’attività istruttoria servita all’attenta verifica dei requisiti di partecipazione e alla effettiva fattibilità e sostenibilità dei progetti presentati».
I dodici in Calabria sono 4 in provincia di Cosenza e altrettanti in provincia di Reggio, ai quali se ne aggiungono altri 4 equamente distribuiti tra la provincia di Crotone e quella di Vibo. Cinque comuni interessati, 7 associazioni del terzo settore assegnatarie dei lotti.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook