Martedì, 31 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Calabria senza Neuropsichiatria infantile, Marziale: le altre regioni negano i primi ricoveri
ALLARME

Calabria senza Neuropsichiatria infantile, Marziale: le altre regioni negano i primi ricoveri

Il garante ha incontrato i giudici del Tribunale per i minori di Reggio

In Calabria continua a mancare un reparto pubblico di neuropsichiatria infantile: l’ultima segnalazione era giunta da “Save The Children”, che nei giorni scorsi ha presentatola XIII edizione del suo “Atlante dell’Infanzia (a rischio)”, dal titolo “Come stai?”. Ora a riaccendere i riflettori su una vera e propria emergenza sono i giudici del Tribunale per i minorenni di Reggio Calabra, che hanno incontrato il garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza, Antonio Marziale. Al tavolo c’erano il presidente Marcello D’Amico e il procuratore della Repubblica presso lo stesso Tribunale, Roberto Di Palma. «I due magistrati – spiega il garante – mi hanno rappresentato la persistenza della necessità impellente di un reparto pubblico di neuropsichiatria infantile dove inviare minorenni con disturbi e potenzialmente in grado di commettere reati autolesionistici o su altrui soggetti, perché i reparti fuori regione cui si faceva riferimento solitamente hanno cominciato a negare ricoveri per carenza di posti. Una situazione del tutto prevedibile giacché il disagio psicosociale che colpisce soggetti in età evolutiva è lievitato a dismisura ovunque».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook