Martedì, 04 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Calabria, assunzioni per i precari del Pnrr: diventa sufficiente un colloquio
LAVORO

Calabria, assunzioni per i precari del Pnrr: diventa sufficiente un colloquio

di
L’emendamento inserito nel decreto Aiuti bis definitivamente approvato. Procedure a partire da gennaio 2027. I primi coinvolti quelli del Mef. Le speranze dei 1.000 calabresi legate a un odg votato dalla Camera

Adesso che il decreto Aiuti bis è stato definitivamente approvato, il tabù della stabilizzazione dei lavoratori a termine assunti dalle amministrazioni pubbliche per il Pnrr può dirsi definitivamente abbattuto. Il via libera all’assunzione a tempo indeterminato dei dipendenti pubblici che hanno contratti a termine legati ai progetti del Recovery plan, è contenuta nell’articolo 35 bis del testo convertito in legge dal Parlamento al termine di un lungo iter.
E anche se per ora la norma limita le stabilizzazioni, soltanto ai dipendenti assunti ai sensi dell’articolo 7 comma uno del decreto legge 80 del 2021 - circa 500 dipendenti assunti dalla Funzione pubblica e assegnati al Ministero dell’Economia -, la strada potrebbe essere spianata anche per le altre figure assegnate a Ministeri diversi, così come auspicato dalla Camera che proprio la scorsa settimana, sul gong finale, ha dato parere favorevole a un ordine del giorno (primo firmatario il calabrese Nico Stumpo di Articolo 1) finalizzato alla stabilizzazione di tutti gli assunti per i progetti legati al Pnrr.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook