Sabato, 26 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Calabria, i tirocinanti contestano il concorso Regione-Formez
LAVORO

Calabria, i tirocinanti contestano il concorso Regione-Formez

Lettera di un gruppo di precari calabresi afferenti ai Ministeri: «Somministrati quiz con materie fuori dal bando»

Regna sempre il caos nel variegato mondo dei tirocinanti calabresi. Si tratta di centinaia di precari da anni in lotta per ottenere un futuro lavorativo più stabile. In un documento reso pubblico, un gruppo di tirocinanti dei Ministeri lamenta alcune «distorsioni» nell’espletamento di un bando di concorso «rimesso al Formez in cui si sono registrate gravi irregolarità e con l'ammissione (dietro ricorso al Tar) di persone che non hai mai svolto tirocinio presso gli enti Ministeriali pur di partecipare al suddetto concorso (Giustizia, Miur, Mic)».
«In Calabria - ricordano i promotori dell’iniziativa - esiste la categoria dei tirocinanti, persone escluse a priori dal mercato del lavoro che hanno prestato servizio presso Enti Ministeriali (Giustizia, Miur, Mic) senza alcun diritto contributivo e previdenziale e percependo 500 euro per 20 ore di lavoro settimanali. Non è una situazione cercata né a livello personale e né a livello famigliare, in poche parole chi vive una situazione del genere può dire di avere fallito la propria vita, perché solo la dignità al lavoro rende l’essere umano promo di avere raggiunto il proprio obiettivo».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook