Mercoledì, 06 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca L’Alta velocità ferroviaria in Calabria viaggia... a rilento. Slitta al 2023 l’avvio di due lotti dell’opera
TRASPORTI

L’Alta velocità ferroviaria in Calabria viaggia... a rilento. Slitta al 2023 l’avvio di due lotti dell’opera

di
Nel quadro economico aggiornato dei progetti 2022 di Rfi non c’è traccia di Calabria. La linea, una volta completata, dovrebbe collegare Reggio a Roma in 3 ore e 40 minuti

Si allungano notevolmente i tempi di realizzazione dell’Alta velocità ferroviaria Salerno-Reggio Calabria. Slittano, infatti, al 2023 due lotti dell’opera: sono quelli concernenti la tratta Romagnano-Praia e il raddoppio della galleria Santomarco che collega Paola e Cosenza. La (brutta) sorpresa arriva dall’aggiornamento del quadro economico condotto da Rete ferroviaria italiana per le principali opere in gara nel 2022. Misura resasi necessaria per fare fronte alla voragine degli extracosti che rischia di far deragliare il Pnrr. Sommando le differenze tra vecchi e nuovi costi emerge un surplus aggiuntivo di 3,4 miliardi, per un aumento delle basi d’asta superiore al 29 per cento. Come già sottolineato, però, nel nuovo elenco stilato da Rfi non c’è traccia della Salerno-Reggio Calabria che pure rappresenta - come sottolineato più volte peraltro dai vertici di Rete ferroviaria italiana - l’opera più importante tra quelle legate al Pnrr. La realizzazione dei tre lotti, almeno secondo la tabella iniziale, dovrebbe avere un costo di 7,5 miliardi. I due “pezzi” Romagnano-Praja e il raddoppio della galleria Santomarco sono quelli finanziati con il Piano nazionale complementare: per le imprese interessate alla gara cambia poco, i tempi di realizzazione sforano comunque il 2026.

In buona sostanza, l’opera grazie alla quale il governo Draghi spera di rilanciare il Mezzogiorno, rischia di schiantarsi sul muro delle incongruenze. Già, perché secondo quanto sinora dichiarato, risulta che la nuova linea sia circa 50 chilometri più lunga sia dell’attuale tracciato sia di quello studiato nel 2005 dal Gruppo Rfi.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud – Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook