Lunedì, 26 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Calabria, l'appello in Consiglio: “Servono medici e infermieri non consulenti”
LA RICHIESTA

Calabria, l'appello in Consiglio: “Servono medici e infermieri non consulenti”

di
La legge approvata a maggioranza ma al M5S non piace questa ulteriore spesa

Il Consiglio regionale ha approvato, a maggioranza il riaccertamento dei residui attivi e passivi. Approvato anche il Piano Territoriale Triennale 2022-24 e Schema di Protocollo d'Intesa per il sostegno e lo sviluppo regionale dell'Istruzione Tecnica Superiore (ITS). Pur complimentandosi per il lavoro fatto, Ernesto Alecci (Pd) ha evidenziato l’assenza di un punto fondamentale sul programma, quello di favorire esperienze di autoimprenditorialità come sbocco dell’alta formazione che si andrà a fare. «Perché il pericolo, altrimenti – ha evidenziato Alecci – è che ottime professionalità siano poi costrette ad andare fuori dalla Calabria e sviluppare le proprie professionalità in aziende non calabresi». La vicepresidente Giusy Princi ha spiegato che la Regione, con questa norma, va a potenziare la formazione scolastica di II grado, in maniera duale: «Dove ci sono proprio le aziende che ne costituiscono parte integrante, assieme al mondo universitario, la scuola secondaria, gli ITS e, appunto, le imprese». Sempre a maggioranza è stato licenziato, il Piano di Azione e Coesione (PAC) Calabria 2007-13. Il presidente Roberto Occhiuto ha chiarito che «sono stati rimodulati interventi per 300 mila euro su un totale di interventi per 30 mln di euro, per consentire interventi di disinsabbiamento nei porti di Cariati, Roccella e Cetraro».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio Calabria

 

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook