Sabato, 25 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca 'Ndrangheta, quando i messaggi criminali... si annidano nelle canzoni
LA RIVELAZIONE

'Ndrangheta, quando i messaggi criminali... si annidano nelle canzoni

"Ho avuto modo di constatare, a partire dagli inizi degli anni 2000, che uno dei fenomeni più diffusi in Calabria per diffondere il concetto di 'ndrangheta è quello delle canzoni". Lo ha affermato, in audizione davanti alla Commissione parlamentare Antimafia, il colonnello Gerardo Lardieri, consulente della Commissione, ascoltato sul fenomeno dell'apologia delle associazioni mafiose in alcuni centri della Calabria. Lardieri ha raccontato come, agli inizi degli anni 2000, "stavo al Ros di Reggio Calabria e mi interessavo per delega della Dda di Reggio Calabria alla cattura di due latitanti di Rosarno, tra i trenta più pericolosi a livello nazionale". Il colonnello Lardieri ha raccontato che, girando nei piccoli centri, "nei mercati vendevano canzoni, cd dove i latitanti cantavano, era la loro voce". Canzoni in cui, ricorda Lardieri, "raccontavano il loro stato di latitanza, 'costretti' dallo Stato a fuggire e non vedere i loro cari" ma anche "fatti realmente accaduti" e questi brani erano anche "messaggi che mandavano alla popolazione, delle minacce".

Lardieri è stato audito in commissione parlamentare Antimafia insieme a don Pasquale Aceto, parroco di Crotone, sul fenomeno dell'apologia delle associazioni mafiose in alcuni centri della Calabria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook