Venerdì, 30 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Calabria, Giorno della Memoria, Bruni: "Non dimenticare". Mancuso: "Pensiero commosso"
LA NOTA

Calabria, Giorno della Memoria, Bruni: "Non dimenticare". Mancuso: "Pensiero commosso"

La leader dell’opposizione in Consiglio Regionale e il presidente del Consiglio Regionale hanno voluto ricordare le vittime della Shoah e dell’Olocausto
calabria, memoria, shoah, Calabria, Cronaca
Amalia Bruni

“Il 27 gennaio del 1945 l’Armata Rossa sovietica entrò nel campo di concentramento di Auschwitz e tutto il mondo vide l’orrore. Il 27 gennaio è il Giorno della commemorazione delle vittime della Shoah. Sei milioni di ebrei morti oltre a quattro milioni di altre vittime decedute nei “campi di lavoro” nazisti. Ricordiamo per non dimenticare il punto più drammatico della follia umana, una strage senza senso per la quale non esiste alcuna spiegazione”. Lo scrive in una nota Amalia Bruni, leader dell’opposizione in Consiglio Regionale, che citando Primo Levi continua: “Perché la memoria del male non riesce a cambiare l’umanità? A che serve la memoria?”. Ci serve per non dimenticare e per tenere alta la guardia, oggi e sempre, di fronte ai rigurgiti di razzismo, sia pure di piccoli gruppi estremisti e per tenere a bada quel sentimento di ostilità che qualcuno tenta di diffondere verso chi, fuggendo da guerre e fame, cerca una casa possibile. La cosa più importante che dobbiamo imparare oggi “E’ non dimenticare” per tramandare a coloro che verranno dopo di noi ciò che è accaduto durante la Seconda Guerra mondiale. Per essere certi – ha concluso - che la pagina più buia dell’umanità non abbia a ripetersi. Non dimentichiamolo mai”.

Nel Giorno della Memoria, ha espresso il proprio “pensiero commosso”, anche il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Filippo Mancuso: “Si deve ricordare quell’immane tragedia per dovere di civiltà, ma soprattutto - afferma il presidente impegnato a Roma per l’elezione del Presidente della Repubblica - bisogna non dimenticare per sconfiggere ogni indifferenza ed educare al rispetto assoluto della persona umana i nostri giovani, affinché gli orrori che hanno travolto l’Europa negli anni Quaranta del secolo scorso non accadano più”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook