Giovedì, 26 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Vibo, l’Agenzia spaziale “sorveglierà” il mar Tirreno e i suoi fondali

Vibo, l’Agenzia spaziale “sorveglierà” il mar Tirreno e i suoi fondali

di
Saranno utilizzati i satelliti a raggi infrarossi

“Come è profondo il mare...” cantava Lucio Dalla. Profondità che in Calabria riservano poco gradite “sorprese”; profondità mai completamente esplorate nel Golfo di Sant’Eufemia nel senso che non è mai stata accertata la natura di tutte le sostanze che si trovano sul fondale.
Profondità – nel tratto compreso tra Nicotera e l’Alto Tirreno cosentino – che saranno sorvolate dai satelliti (anche a raggi infrarossi) dell’Agenzia spaziale italiana (Asi). Intervento che viaggerà di pari passo alle operazioni già in atto nell’ambito dell’azione di contrasto all’inquinamento attivata su input della Procura di Vibo e che vede in campo la Stazione zoologica “Anton Dohrn” (sede di Amendolara) con il suo carico di sofisticate apparecchiature e conoscenze scientifiche. Un accordo quello siglato tra il procuratore Camillo Falvo e il dirigente della Stazione, prof. Silvio Greco che ha, di fatto, avviato le operazioni – con il supporto dei Reparti dedicati di Carabinieri, Guardia di Finanza e Capitaneria di Porto – a cui è seguita l’intesa tra la Stazione zoologica e la Regione. Step al quale dovrebbe seguire il via libera al Piano operativo redatto dal prof. Greco da parte del Dipartimento ambiente regionale. Un passaggio fondamentale quest’ultimo che, comunque, dovrebbe concretizzarsi in questi giorni considerato che il Piano sarebbe alla firma.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook