Mercoledì, 28 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Stabilità per i navigator calabresi, scende in campo la Uiltemp
L'INCONTRO

Stabilità per i navigator calabresi, scende in campo la Uiltemp

Si è tenuta ieri sera una partecipata assemblea della UILTEMP con i Navigator calabresi, svolta in presenza ed in collegamento remoto, per fare il punto della situazione e pianificare le prossime mosse. Erano presenti Gianvincenzo Benito Petrassi, segretario nazionale, Luca Muzzopappa, segretario regionale, e Giorgio Turboli.
Dopo la mobilitazione a Roma dello scorso 18 novembre, che ha visto in piazza oltre 500 Navigator provenienti da tutta Italia, da più parti erano state espresse parole di rassicurazione da più parti politiche circa l’interesse ad affrontare la problematica. Ma a tutt’oggi, lamenta il sindacato, non ci sono state le rassicurazioni ufficiali da parte dei ministri competenti, che si erano detti disponibili ad aprire un dialogo con il sindacato.
“A seguito delle nostre sollecitazione- ha dichiarato Petrassi - alcuni parlamentari hanno presentato degli emendamenti alla manovra di bilancio per assicurare una continuità occupazionale e le parallela attivazione di percorsi di stabilità lavorativa per i Navigator, ma quello che manca, appunto, è l’impegno concreto da parte del Governo attraverso i Dicasteri competenti. Eppure, il nostro obiettivo è semplice: mentre si dichiara da una parte che occorre selezionare 11.000 figure a livello nazionale per rivitalizzare i servizi per il lavoro e delle politiche attive, dall’altra si mandano a casa 2500 persone già formate, con fondi pubblici, e che proprio in questi campi hanno lavorato. A noi pare un paradosso”.
Per questa ragione, NIdiL CGIL e UIL Temp hanno proclamano una giornata di mobilitazione per lunedì 13 dicembre, a partire dalle ore 11:00, che si articolerà con una manifestazione dinanzi al Ministero del Lavoro, a Roma, e contemporaneamente con delle iniziative presso le Prefetture dei capoluoghi regionali.
In Calabria, quindi, i Sindacati si rivolgeranno al Prefetto di Catanzaro, al quale ribadiranno ancora la ferma convinzione che i Navigator, a cui scadranno i contratti il prossimo 31 dicembre, debbano rientrare sin da subito in un progetto più ampio che veda la loro esperienza e la loro professionalità al servizio del sistema nazionale delle politiche attive, special modo in una fase storica in cui c’è bisogno di personale qualificato e pronto ad adoperarsi nel mercato del lavoro.
Sulla vertenza si è più volte espresso anche il Segretario Nazionale del Sindacato di via Lucullo, Pierpaolo Bombardieri: “Una beffa! Bisogna assolutamente restituire loro una prospettiva occupazionale e la soluzione è a portata di mano. I centri per l'impiego, nel loro impegno per incrociare la domanda e l'offerta di lavoro, devono essere migliorati, modernizzati e rilanciati” per cui “La naturale collocazione dei navigator, un autentico patrimonio professionale su cui si è già investito, è proprio in quei centri.”
E intanto proprio il Segretario Generale della UIL Bombardieri sarà presente sabato 11 in mattinata presso la Fondazione Terina per l’iniziativa indetta da CGIL e UIL della Calabria in vista dello sciopero generale del 16 dicembre prossimo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook