Domenica, 05 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Allarme ricoveri, la Calabria adesso vede il giallo
CORONAVIRUS

Allarme ricoveri, la Calabria adesso vede il giallo

di
Il Covid riporta in sofferenza i servizi assistenziali della regione. Il tasso di occupazione delle Rianimazioni è al 9,47%. L’incidenza settimanale sale a 107 diagnosi, nel Reggino il dato schizza a quota 179 casi. Il governatore Spirlì istituisce la zona rossa a Ciminà e proroga quelle di Caraffa e Sant’Agata
coronavirus, Calabria, Cronaca
Foto Cecilia Fabiano

Nelle roccaforti della sfibrata sanità calabrese, restano a combattere uomini stanchi, medici, infermieri e oss sorretti, ormai, solo dalla fede. Lottano contro un nemico che, all’improvviso, ha riportato l’assedio dentro le corsie. Una sofferenza smascherata da numeri sempre più sinceri. Le aree mediche, nonostante i 124 posti aggiunti frettolosamente in questi ultimi giorni nei vari stabilimenti di cura della Calabria (alchimie contabili che hanno consentito di alzare la capienza complessiva a 945 letti dedicati al Covid), mostrano da giorni i segni della pressione con un dato di presenze nei vari reparti che è pari al 16,19% (il limite di rischio è al 15%) generato da ben 153 ricoverati. Da ieri, però, a rischio c’è anche la tenuta delle terapie intensive il cui tasso di occupazione, con un intubato in più (in realtà, gli ingressi di giornata sono due, bilanciati da una uscita, e un totale di 16 pazienti), è salito a 9,47%. Un solo paziente critico, adesso, separa la Calabria dalla zona gialla anche nelle terapie intensive (la soglia è al 10%). Valori da zona gialla.

Il governatore Spirlì istituisce la zona rossa a Ciminà e proroga quelle di Caraffa e Sant’Agata.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook