Lunedì, 27 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Montepaone, la morte dello chef Cannistrà: dinamica poco chiara
LA TRAGEDIA

Montepaone, la morte dello chef Cannistrà: dinamica poco chiara

di
A Ferragosto lo scontro auto-moto sulla 106 a Montepaone. Il 32enne di Catanzaro lavorava a Soverato, lascia moglie e figlio di pochi mesi
incidente mortale, Francesco Cannistrà, Calabria, Cronaca
Lo chef Francesco Cannistrà

Il Crunch, noto locale sul corso di Soverato, è chiuso fino a data da destinarsi. La serata programmata per Ferragosto non è mai partita, le prenotazioni per i giorni seguenti annullate. Gli arredi abbandonati e gli interni sfavillanti raccontano il doloroso distacco che all’indomani dell’incidente mortale di Montepaone, sconvolge tre comunità. Quella di Catanzaro di cui la vittima, il conosciuto chef Francesco Cannistrà, 32enne, moglie e figlio di pochi mesi, era originario; quella di Soverato città in cui da poco aveva avviato una delle più apprezzate attività e quella di Montepaone costretta a veder macchiato l’ennesimo Ferragosto di sangue con un incidente mortale. Non è la prima volta che uno scontro sulla centralissima via Nazionale si rivela fatale e, al di là della dinamica dell’incidente ancora al vaglio delle forze dell’ordine, l’indignazione degli abitanti della cittadina turistica parte dalla consapevolezza che si poteva e si doveva fare qualcosa di più per prevenirlo; anche solo inserendo nello svincolo che conduce al quartiere delle scuole cittadino, una rotatoria che potesse smistare in modo più sicuro il traffico dell’incrocio in cui è avvenuto l’impatto. Il giorno seguente l’incidente è quello degli approfondimenti e delle riflessioni.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook