Martedì, 03 Agosto 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Caos nel settore rifiuti in Calabria. I costi “esplodono” e i Comuni si ribellano
AMBIENTE

Caos nel settore rifiuti in Calabria. I costi “esplodono” e i Comuni si ribellano

di
I paradossi di un’eterna emergenza

Strade pulite e portafogli vuoti. Si può sintetizzare così il senso dell’ordinanza con la quale la Regione, lo scorso 14 luglio, ha disposto lo smaltimento coattivo nella discarica di Columbra, fino al 30 settembre, degli scarti della lavorazione dei rifiuti prodotti da tutta la Calabria per un costo di 180 euro a tonnellata. Perché da un lato il provvedimento firmato dal presidente facente funzioni della Giunta regionale, Nino Spirlì, fermerà l’ennesima emergenza, che in alcune province è già in atto. Mentre dall'altro, i Comuni si ritroveranno a sborsare somme mai pagate prima per conferire l'immondizia nell'impianto gestito dalla Sovreco, ma anche per assicurare il ciclo completo dei rifiuti.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook