Martedì, 19 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Il salasso delle vacanze, soggiorno più caro sul Tirreno cosentino
I NUMERI

Il salasso delle vacanze, soggiorno più caro sul Tirreno cosentino

di
Case e hotel: listini ritoccati nei centri balneari
prezzi vacanze, tirreno cosentino, Antonino De Lorenzo, Calabria, Cronaca
Praia a Mare

Cara vacanza, quanto mi costi? In alberghi, B&B e case sul mare del Tirreno cosentino i prezzi sono lievitati rispetto allo scorso anno. Non eccessivamente, ma la maggiorazione, in molti centri balneari c’è stata. Prendendo in riferimento il periodo che va dall’1 al 15 agosto vediamo quanto costa soggiornare in una struttura della costa. A riguardo delle prenotazioni non ci sarà forse il tutto esaurito, ma in molti Comuni, da fine luglio a fine agosto, si conta di riprendere il ritmo degli anni passati e incrementare il trend positivo di presenze. Vediamo quanto costa soggiornare nelle principali località costiere della zona.
Prendiamo in rassegna le disponibilità e il soggiorno per due persone nelle varie strutture per i 15 giorni di riferimento. Andiamo a Diamante perla della costa Tirrenica e città del peperoncino. Per un B & B confortevole (con piscina) e con solo colazione il costo arriva a toccare anche i 4mila euro. Spostandoci nella vicina frazione di Cirella per un normalissimo B & B si paga 1.960 euro. Va meglio negli Hotel (a due stelle) che variano dai 1.710 euro ai 2.070 euro. Mentre in una casa vacanze a Diamante si arriva a pagare 2.500 euro. Nella vicina Belvedere per un hotel a quattro stelle occorrerà sborsare 2mila euro, prezzo quasi identico per una casa vacanze: 2mila euro. Per un B&B invece 1.840 euro. I prezzi scendono invece a Paola dove prendendo in esame due B&B i prezzi variano dalle 1.250 euro alle 1.150 euro. Scegliendo invece un albergo si arriva a pagare anche 1.500 euro. Ad Amantea un Hotel a quattro stelle costa viene a costare 2.400 euro. E il prezzo non cambia nemmeno nei B&B. Disponibilità che comunque al momento sono agli sgoccioli. Ad Acquappesa considerata anche la chiusura della Terme Luigiane le disponibilità sono maggiori e i prezzi variano negli Hotel dai 1.400 euro ai 3.000. A Scalea per una casa al mare il costo varia dai 1.500 ai 1.900 euro. Volendo optare per un B&B si passa dai 1.300 ai 1.800 euro. Ancora ampia è la disponibilità. Per un albergo si arriva a pagare invece sulle 2mila euro. A Praia a Mare per un B& B si arriva a pagare per 15 giorni 2.900 euro, anche se con un po' di fortuna si trova posto anche a prezzi più bassi.
Occorre tuttavia tenere in considerazione che si tratta in diversi casi dei pochi posti rimasti nelle strutture. Molta gente, nonostante la pandemia e l’incertezza, aveva già prenotato da tempo.
La sfida turistica sul Tirreno cosentino si gioca tutta ad agosto. Antonino De Lorenzo della Fiba, la federazione balneare, spiega come nelle prima decade di luglio si è assistito a una marcata tendenza del mordi e fuggi. Bene nei week end, mentre durante la settimana le presenze crollano. «La clientela tuttavia – spiega De Lorenzo – mostra una buona capacità di spesa e tutti i locali e le strutture stanno lavorando. Buone le presenze di turisti dal Nord Italia, scarsa invece quella degli stranieri. Ad agosto si prevede comunque il tutto esaurito. Come sempre la sfida si vincerà se le prime settimane di settembre faranno registrare buoni afflussi. In sostanza non è però una stagione come quella del 2020 in cui la chiusura delle frontiere ha contribuito alla domanda di dover esprimersi nei confini nazionali».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook