Mercoledì, 04 Agosto 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Tirocinanti in Calabria, si apre uno spiraglio: riammessi tutti gli emendamenti
OCCUPAZIONE

Tirocinanti in Calabria, si apre uno spiraglio: riammessi tutti gli emendamenti

di
È una danza del gambero in salsa calabrese quella che vede loro malgrado protagonisti i 6520 tirocinanti

Un passo avanti, dopo i dieci indietro di martedì. È una danza del gambero in salsa calabrese quella che vede loro malgrado protagonisti i 6520 tirocinanti i cui contratti sono ormai in scadenza (per molti già terminati da tempo). Dopo le proteste e la delusione di martedì, da Roma, infatti, ieri, una voce flebile è giunta in Calabria: gli emendamenti che non erano passati sono stati riammessi in Commissione. Non la soluzione ma, certamente, una fiammella che si riaccende.

Non riaccende la speranza, quella no. Perché di sperare gli ex lavoratori della mobilità in deroga hanno smesso da tempo. Erano scesi in strada sostenuti dall’Usb – occupando la strada di accesso all’aeroporto e la Ss 280 – per urlare la loro disperazione e chiedere la contrattualizzazione dopo anni di servizio negli Enti locali senza tutele. Una protesta interrotta dopo la mediazione con la Prefettura di Catanzaro, per cui si attende l’apertura di tavolo con il Ministero. Da Roma, però, un segnale ieri è arrivato e ad annunciarlo è stato lo stesso deputato di Forza Italia Francesco Cannizzaro, che sugli emendamenti al decreto Sostegni bis aveva lavorato con l’on. Roberto Occhiuto.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook