Martedì, 28 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Vaccini, un “cortocircuito” blocca Reggio
CORONAVIRUS

Vaccini, un “cortocircuito” blocca Reggio

di
Flop all’esordio del nuovo sistema centralizzato di distribuzione voluto dalla Protezione civile. Da oggi si riparte, ma dubbi su Pfizer

Le 38mila dosi di vaccino “mancanti”, la stretta sulle Asp e la giornata di caos: il primo test per il nuovo sistema di distribuzione centralizzata da parte della Regione non è andato benissimo, specie nel Reggino. In numerosi centri vaccinali, da Melito a Palazzo Campanella, pazienti rimandati indietro pur se prenotati, proteste e sovraccarico di lavoro per la necessità di ricollocare chi dovrà necessariamente tornare un altro giorno. Perché? I vaccini non sono stati distribuiti dalla Farmacia dell’Azienda sanitaria provinciale ai singoli centri vaccinali, in quanto – a detta della stessa Asp – non sarebbero giunte per tempo le necessarie indicazioni del soggetto attuatore, cioè il capo della Protezione civile regionale, al quale da ieri spetta la gestione della distribuzione ai vari hub. In realtà la mail sarebbe arrivata, ma non in tempo utile per organizzare la rete, che ha vissuto di conseguenza una giornata di quasi blocco, con la possibilità di vaccinare soltanto grazie alle giacenze nei singoli centri del territorio reggino. Un cortocircuito nelle comunicazioni ha dunque inceppato il sistema, nella speranza che d oggi vada meglio. La nuova indicazione giunta dalla Protezione civile, adesso, prevede una distribuzione più elastica dei flaconi di AstraZeneca e Johnson&Johnson, grazie ai quali da oggi si dovrebbe tornare a vaccinare regolarmente anche nel Reggino. Più rigide le procedure per quanto riguarda Pfizer, il vaccino finora più utilizzato sul territorio; ebbene, è confermato che sarà solo ed esclusivamente il soggetto delegato a stabilire, e quindi a comunicare alla Farmacia di ciascuna Azienda sanitaria della regione, il numero dettagliato dei vaccini «da consegnare a ciascun centro vaccinale rientrante nel proprio territorio».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook