Venerdì, 22 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca «I clan vibonesi si divisero gli appalti dell’autostrada»
SCOTT RINASCITA

«I clan vibonesi si divisero gli appalti dell’autostrada»

di
Lo ha raccontato il pentito Mantella durante l’udienza del processo
processo scott rinascita, Andrea Mantella, Calabria, Cronaca
L'aula bunker di Lamezia Terme

I lavori di ammodernamento dell’autostrada Salerno Reggio Calabria sono stati un business per le cosche della ‘ndrangheta. A confermarlo è stato il collaboratore di giustizia Andrea Mantella durante la sua escussione nell’ambito del maxi processo Scott Rinascita. La suddivisione degli appalti seguiva la logice che per ogni Comune, lungo il tratto della vecchia autostrada A3, c’era un locale di ’ndrangheta e chi prendeva i lavori «cercava di mettere d’accordo tutte le teste ‘ndranghetistiche con un “fiore”». Mantella ha tracciato una sorta di mappa: «Sul tratto di Sant’Onofrio i soldi andavano a Bonavota e Cugliari, nel tratto delle Serre a Damiano Vallelunga, Bruno Emanuele e Franco Idà. Nel tratto di Mileto invece ai Prostamo, Pititto e Galati e pure agli Evolo di Paravati. Il riparto fra i vari clan l’hanno però deciso i Mancuso». Un ruolo fondamentale nella vicenda lo avrebbero giocato, secondo il pentito vibonese, alcuni imprenditori considerati vicini alle cosche.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook