Martedì, 15 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Diminuiscono gli incendi di rifiuti, Calabria e Sicilia in controtendenza
AMBIENTE

Diminuiscono gli incendi di rifiuti, Calabria e Sicilia in controtendenza

Nei primi tre mesi di quest’anno gli interventi dei vigili del fuoco per incendi di rifiuti (dal rogo del cassonetto a quelli degli impianti di raccolta e trattamento) sono stati 1.893, il 32,8% in meno rispetto ai 2.821 dello stesso periodo dell’anno scorso. E’ uno dei dati resi noti dal prefetto Laura Lega, capo del Dipartimento dei vigili del fuoco, nel corso di un audizione davanti alla Commissione di inchiesta sui rifiuti.
«Un’analisi delle regioni maggiormente interessate dal fenomeno - ha spiegato il prefetto - evidenzia che a fronte di una significativa riduzione di circa il 40% nel Lazio, in Campania, in Puglia e in Piemonte, si registra, in controtendenza, un leggero aumento in Calabria e in Sicilia. La Lombardia passa da 65 a 25 eventi». Sul fronte dei soli incendi che hanno interessato depositi e impianti di rifiuti, «sono disponibili i dati relativi agli interventi rilevati dal Corpo nazionale dal 2018 al 30 aprile del 2021. Tali dati, distinti per regione, vedono la prevalenza di eventi in Lombardia (650), Campania (509), Puglia (233), Piemonte (226), Lazio (204), Sicilia (196) e Calabria (176)». Per Lega, «l'evoluzione del fenomeno negli anni evidenzia un trend in diminuzione per le due regioni, Lombardia e Campania, più interessate in termini complessivi, così come in Piemonte. Il numero di incendi è invece in crescita in altre regioni, come Puglia, Calabria e Veneto. Il dato, infine, non è costante, con incrementi cui seguono decrementi, per Lazio, Sicilia ed Emilia Romagna». (AGI)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook