Domenica, 18 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus Calabria, terapie intensive in difficolta. A Cosenza oltre la soglia
COVID

Coronavirus Calabria, terapie intensive in difficolta. A Cosenza oltre la soglia

di
Solo ieri registrati ben 6 nuovi ingressi a livello regionale, a Cosenza già raggiunta la soglia critica del 30%. Oggi si discute il ricorso al Tar contro la Dad a scuola. Il Garante chiede di vaccinare i detenuti

Da giorni i numeri hanno cambiato la storia dell’epidemia in Calabria, cifre che sembrano raccontare un mondo diverso, con tanta gente in più che si ammala e con molta più sofferenza negli ospedali. Ed è proprio lì, nelle corsie che comincia la disperazione, lì, nella prima linea della sanità pubblica locale che ristagna ai confini dell’Italia. Negli ultimi sette giorni si contano 21 pazienti in più ricoverati in area medica e 11 in Terapia intensiva. Ma mentre nei reparti covid, il tasso di occupazione è ancora sotto controllo (23,4% con limite di sicurezza al 40%), in Rianimazione si raggiunge il 19,7% (30 pazienti) un dato che si avvicina alla soglia del 30%. In provincia di Cosenza, questo margine è stato già centrato con 10 malati intubati su trenta letti complessivamente disponibili (6 nel reparto pre-covid e 24 aggiuntivi). Anche l’indice Rt cresce con un valore medio che ritorna vicino a 1.
Scuole da oggi in Dad Da questa mattina lezioni a distanza in tutti gli istituti d’istruzione della regione. Solo i bambini del nido continueranno in presenza. Contestualmente, davanti al Tar Calabria verrà discusso il primo ricorso presentato contro l’ordinanza del governatore Nino Spirlì.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook