Domenica, 18 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Alta velocità e porti, il piano di Dalila Nesci per una nuova Calabria
L'INTERVISTA

Alta velocità e porti, il piano di Dalila Nesci per una nuova Calabria

di
Parla la neo sotto-segretaria per il Sud
Dalila Nesci, Calabria, Cronaca
Dalila Nesci

Dalila Nesci, sottosegretaria calabrese con delega al Sud. È una nomina che giunge a quasi otto anni dal suo ingresso in Parlamento. Si tratta di un primo significativo approdo del suo percorso politico o è frutto degli equilibri tra correnti in lotta? Magari anche alla luce delle posizioni critiche da lei espresse nei confronti di talune associazioni, penso a “Parole Guerriere”?

«Qualsiasi risultato, in politica come nella vita, è sempre frutto di un lavoro di squadra. In questi 8 anni in Parlamento, come esponente del Movimento 5 Stelle, ho sempre cercato di impegnarmi con dedizione ed amore per dar voce a quel Sud troppo spesso dimenticato. Ritengo che l’apporto di “Parole Guerriere” sia stato fondamentale per rivitalizzare il confronto interno al Movimento e guidarlo in un processo di evoluzione, di maturazione, che è ormai sotto gli occhi di tutti».

Capitolo Recovery fund. Nella prima versione il Sud era stato quasi tagliato fuori. Cosa si riuscirà a fare ora rispetto ad alcuni asset strategici: l’Alta velocità ferroviaria, il porto di Gioia, la Statale 106 e la Statale 18, quest’ultima chiusa in corrispondenza di Vibo?

«Il Sud è una delle tre priorità trasversali associate alle sei macro-missioni del Pnrr. Questo inciderà profondamente sulle scelte operative del governo Draghi. Dobbiamo innanzitutto rimettere in ripristino asset strategici disastrati come strade, autostrade, alta velocità, porti; connettere ogni angolo del Sud alla banda larga; puntare su turismo, cultura, formazione, salute e tutela di un territorio sempre più fragile. Abbiamo una straordinaria opportunità: quella di congegnare una nuova politica - ecologica, sociale ed industriale - che potrà fruttuosamente incidere sulla vita di milioni di italiani per i prossimi trent’anni. Non dobbiamo perderla».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook