Mercoledì, 08 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Nessuna “sorveglianza” sull’influenza, Calabria sul podio
CORONAVIRUS

Nessuna “sorveglianza” sull’influenza, Calabria sul podio

di
Non ci sono dati ufficiali su quante persone siano state colpite dal virus stagionale

Nessuna sorveglianza sull’influenza. In Calabria l’emergenza da Covid-19 travolge anche il livello d’attenzione sul malessere tradizionale dell’inverno e nessuno sa quanti siano i calabresi messi a letto da febbre, dolori muscolari e starnuti non riconducibili al coronavirus. A livello nazionale la sorveglianza è scattata il 12 ottobre scorso, ma, a distanza quasi quattro mesi dall’attivazione del servizio, la nostra è una delle tre regioni d’Italia ancora al palo. A certificarlo l’ultimo rapporto settimanale messo a punto da InfluNet, il sistema nazionale di sorveglianza epidemiologica e virologica dell’influenza coordinato dall’Istituto superiore di sanità con il sostegno del ministero della Salute. La cartina dell’Italia, quasi tutta colorata di verde, non lascia dubbi: i dati mancanti riguardano soltanto la Calabria, la Campania e la Sardegna.
Neo isolano e meridionale, verrebbe da dire, emerso nonostante il coronavirus sia una pandemia che corre in tutto il mondo.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook