Lunedì, 08 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca S. Francesco di Paola, la neve imbianca il patrono della Calabria
CRONACA

S. Francesco di Paola, la neve imbianca il patrono della Calabria

di

La bufera di neve che ha investito l'area del Cosentino regala una suggestiva immagine: la statua di San Francesco di Paola, collocata a 1158 metri sul livello del mare, lungo l'appennino Paolano, tra i faggi del valico della "Croce di Paola e Montalto" si scopre "baciata" dalla coltre bianca. E la figura del Santo taumaturgo ed asceta, patrono della Calabria e della gente di mare, venerato in tutto il mondo, si staglia austera tra gli alberi appesantiti dai fiocchi. Francesco è stato un religioso autore di straordinari miracoli, amico degli ultimi e temuto dai potenti. Fu la prima figura che la mistica Natuzza Evolo di Paravati (Vibo Valentia) ebbe in visione quando era ancora bambina. E la donna, come il frate, ebbero sempre come loro punto di riferimento il Principe delle milizie celesti, San Michele Arcangelo. San Francesco ispirò il motto del suo Ordine religioso alla figura celeste e Natuzza lo ebbe invece come angelo custode. Francesco di Paola non esitò a condannare quanti, anche tra i suoi confratelli di religione, vivevano truffando e ingannando pur di arricchirsi magari a discapito del bene pubblico e della povera gente.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook