Giovedì, 28 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Vibo, ucciso perché gay e pronto a “cantarsela”: si cerca il corpo
LUPARA BIANCA

Vibo, ucciso perché gay e pronto a “cantarsela”: si cerca il corpo

di
Rastrellamenti e scavi nella vallata di Stefanaconi dove sarebbe stato sepolto nel 2002 Filippo Gangitano
si cerca il corpo, Filippo Gangitano, Calabria, Cronaca
Carabinieri nei pressi del sentiero che dalla sp 15 porta nella vallata di Stefanaconi

Diciannove anni dopo l’omicidio, la vallata tra Vibo Valentia e Stefanaconi potrebbe restituire i resti di Filippo Gangitano di Vibo, vittima di una lupara bianca nel gennaio del 2002. Da ieri mattina, infatti, l’impervia zona che costeggia la strada provinciale 15, è stata al centro di un massiccio rastrellamento da parte dei carabinieri – sul posto militari del Ros di Catanzaro, dello Squadrone Cacciatori e del Comando provinciale – e di scavi eseguiti con l’ausilio dei vigili del fuoco del Gruppo operativo speciale (Gos) di Vibo, intervenuti con un escavatore. Le operazioni – andate avanti per l’intera giornata con il coordinamento della Dda e, nello specifico del procuratore distrettuale Nicola Gratteri – sono state sospese intorno alle 18. Non è da escludere che riprendano questa mattina.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook