Domenica, 03 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Catanzaro, Tallini parla del suo arresto: un abbaglio della Procura
L'INCHIESTA

Catanzaro, Tallini parla del suo arresto: un abbaglio della Procura

di
Il Riesame di Catanzaro ha restituito la libertà al politico indagato. È accusato di concorso esterno e voto di scambio
concorso esterno, inchiesta farmabusiness, voto di scambio, Domenico Tallini, Calabria, Cronaca
Domenico Tallini al suo arrivo in tribunale

A meno di 24 ore dalla decisione del Tribunale del Riesame che gli ha restituito la libertà rompe il silenzio l’ex presidente del Consiglio regionale Domenico Tallini. «Sto meglio, ma è stata una brutta avventura per una cosa che non sta né in cielo né in terra». L’esponente politico di Forza Italia è indagato per concorso esterno e voto di scambio, per la Dda avrebbero favorito gli investimenti del clan Grande Aracri per ottenere in cambio sostegno elettorale: «Hanno voluto fare delle forzature che non avevano nessuna logica – sostiene Tallini parlando all’Adnkronos-, sono assolutamente innocente. Loro basano le loro ipotesi su questo antennista, Scozzafava, una persona che a Catanzaro conoscono tutti e che aveva per cavoli suoi una doppia vita, nel senso che aveva rapporti con questo mondo. Ma pure un magistrato poteva conoscerlo, però non significa che quel magistrato è delinquente. Si tratta di un abbaglio grande quanto una casa da parte della Procura».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook