Martedì, 28 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus in Calabria, meno pressione sugli ospedali ma ancora troppi morti
L'ANALISI

Coronavirus in Calabria, meno pressione sugli ospedali ma ancora troppi morti

di
Nell’ultima settimana 45 ricoverati in meno (41 in corsia e 3 in terapia intensiva) ma con quasi 6 vittime al giorno
coronavirus, morti, ospedali, Calabria, Cronaca
Un reparto dove sono ricoverati i pazienti affetti dal coronavirus

La Calabria viaggia verso la stretta con numeri che migliorano. Un quadro in miglioramento, a cominciare dagli ospedali. Cala, ovunque, la pressione sui servizi sanitari. L’occupazione dei posti letto in Rianimazione è stabile. In tutta la regione ci sono 21 pazienti intubati (3 a Catanzaro, 9 a Cosenza e 9 a Reggio) che coprono il 13,8% della disponibilità complessiva (152 posti) e quindi ben al di sotto della soglia critica del 30% fissata dal Ministero. Nell’ultima settimana si registrano 4 pazienti in meno nelle terapie intensive calabresi. Anche l’area medica non è più sotto stress. Ieri ci sono state altre 11 dimissioni (5 a Catanzaro, 5 a Cosenza e uno a Crotone) che hanno ulteriormente piegato l’occupazione dei letti che è scesa a 335 posti pari al 36,1% dei 929 a disposizione. Un tasso complessivo che è sceso sotto il tetto massimo del 40%. In sette giorni ben 41 ricoverati in meno, statistica che consente ai medici di respirare. Ancora alto il numero delle vittime. Poco meno di 6 al giorno (40 in sette giorni).

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook