Sabato, 25 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus, i rientri “spaventano” la Regione Calabria
INCERTEZZA

Coronavirus, i rientri “spaventano” la Regione Calabria

di
Con migliaia di fuori sede pronti al rientro in Regione, si prospetta l'impossibilità di assicurare tamponi a tutti
coronavirus, manca l'ordinanza, rientri, Calabria, Cronaca
Un tampone eseguito nella stazione di Reggio a una ragazza arrivata in città da fuori regione

Davanti al rischio (serio) di andare incontro alla terza ondata pandemica, la Regione continua a tergiversare. L’ordinanza con cui disciplinare il rientro in Calabria dei fuori sede ancora non c’è. Arriverà, forse, nella giornata di oggi. Meglio tardi che mai, verrebbe da dire. Già, perché in attesa di regole certe, sono già centinaia le persone che hanno raggiunto la Calabria senza sottoporsi a specifici controlli. I dati in possesso delle strutture della Cittadella parlano di oltre 2.000 rientri soltanto nell’ultima settimana. Si tratta di una cifra destinata a salire vertiginosamente in prossimità delle festività natalizie, quando migliaia di calabresi fuori regione potrebbero fare ritorno a casa per trascorrere il Natale assieme ai propri familiari. Ad oggi l’unico obbligo per chi decide di tornare nei luoghi d’origine è quello della registrazione sul sito della Regione “RCovid-19”.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook