Giovedì, 24 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Michele, il marittimo di Crotone bloccato in Cina: "Voglio tornare per abbracciare i miei nonni"
IL CASO

Michele, il marittimo di Crotone bloccato in Cina: "Voglio tornare per abbracciare i miei nonni"

di

«La prima cosa che farò appena tornerò a casa sarà quella di abbracciare tutti i miei familiari a partire dai miei nonni che sono anziani e hanno un po’ di problemi»; e poi, «mi toglierò qualche soddisfazione dopo questo duro anno di lavoro». Michele Cardamone, il 22enne marittimo che da oltre quattro mesi è bloccato sull’imbarcazione “Antonella Lembo” a largo di Huanghua, nel nord est della Cina, manca da Crotone dallo scorso febbraio quando è salpato per lavoro. Per questo, nelle sue parole c’è tanta voglia di rivedere gli affetti più cari. «Sono stanco di questa situazione, anche se qui procede bene perché non mi manca niente, mentre a bordo ho trovato brave persone ed un ottimo cuoco». Michele è un uomo di macchina della portarinfuse lunga 229 metri e battente bandiera italiana. Insieme a lui ci sono altre sei persone, di cui quattro nostri connazionali.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook