Martedì, 19 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus, Calabria (Rt 0.95) ancora a rischio alto. L'Iss: "Si valutino nuove misure"
MONITORAGGIO ISS

Coronavirus, Calabria (Rt 0.95) ancora a rischio alto. L'Iss: "Si valutino nuove misure"

I dati dell'Istituto superiore di sanità. Si abbassa il rischio nelle regioni. L'Iss: "Si valutino nuove misure in queste tre aree"
calabria, coronavirus, istituto superiore sanità, rischio alto, Calabria, Cronaca
Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità

Tre Regioni sono classificate a rischio alto da 3 o più settimane consecutive: Calabria (a titolo precauzionale poiché non valutabile), Puglia e Sardegna. Questo prevede specifiche misure da adottare a livello provinciale e regionale. Lo rileva il monitoraggio Iss-ministero Salute. In 4 Regioni l’indice di trasmissibilità Rt puntuale si colloca sopra il valore 1. Si tratta di Lazio Friuli (1,03), Molise (1.37), Veneto (1.11) e Toscana (1.03).

Si abbassano dunque i livelli di rischio in quasi tutte le regioni, con la maggioranza che scendono a rischio moderato e due Basilicata e Campania, per la prima volta dopo mesi, che scendono addirittura al rischio basso. Tutte le altre sono a rischio «moderato», tra cui la Sicilia.«Nella settimana di monitoraggio - sottolinea il report - si osserva una riduzione generale del rischio complessivo, con la maggior parte delle Regioni/PPAA a rischio moderato e, per la prima volta dopo sette settimane, due a rischio basso».

Le valutazioni dell'Iss

Delle 16 regioni a rischio moderato, «5 hanno una probabilità elevata di progredire a rischio alto nel prossimo mese nel caso si mantenga invariata l’attuale trasmissibilità». Le tre Regioni classificate a rischio alto, avvisa il report, «sono state classificate a rischio Alto e/o equiparate a rischio Alto per 3 o più settimane consecutive; questo prevede specifiche misure da adottare a livello provinciale e regionale in base al documento «Prevenzione e risposta a Covid-19: evoluzione della strategia e pianificazione nella fase di transizione per il periodo autunno-invernale".

Ecco di dati

Abruzzo 0.9
Basilicata 0.86
Calabria 0.95
Campania 0.84
Emilia Romagna 0.99
Friuli Venezia Giulia 1.03
Lazio 0.94
Liguria 0.69
Lombardia 0.97
Marche 0.81
Molise 1.37
Provincia autonoma Bolzano 0.83
Piemonte 0.76
Provincia autonoma Trento 0.83
Puglia 0.92
Sardegna 0.67
Sicilia 0.84
Toscana 1.03
Umbria 0.71
Valle d’Aosta 0.81
Veneto 1.11

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook