Lunedì, 20 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Regole sulla caccia in Calabria, ambientalisti sul piede di guerra
LA PROTESTA

Regole sulla caccia in Calabria, ambientalisti sul piede di guerra

«Inappropriata, carente e viziata da errori grossolani». Così le associazioni, Lipu Calabria, Wwf Calabria e Legambiente Calabria definiscono la Valutazione d'incidenza (Vinca) prodotta dalla Regione Calabria per le aree ricadenti nella rete Natura 2000, dopo che il Tar, lo scorso settembre, aveva censurato il calendario venatorio, fra le altre cose, proprio per la mancanza della Vinca.

Basti pensare - sottolineano le associazioni - che vengono posizionate le praterie di Posidonia oceanica, una tipica pianta marina, negli ambienti collinari e montani della Calabria; e ancora, viene affermato che la Zps (Zona di protezione speciale) della Sila Grande ricade interamente all'interno del Parco nazionale della Sila, quando è sufficiente consultare le mappe per verificare che una larga parte della Zps si trova all'esterno del Parco.

L'articolo completo nell'edizione odierna della Calabria della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook