Venerdì, 27 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca L'omicidio di Lucio Ferrami 39 anni fa, commemorazione ad Acquappesa
MEMORIA

L'omicidio di Lucio Ferrami 39 anni fa, commemorazione ad Acquappesa

di

Trentanove anni fa l’uccisione dell’imprenditore Lucio Ferrami, vittima della ’ndrangheta. Oggi, come da sei anni a questa parte a Acquappesa, la commemorazione di questo uomo, padre e marito, morto a 32 anni in località Zaccani. Ad organizzarla l’associazione antiracket che porta il suo nome, presieduta da Marco Moretti.

Una cerimonia sobria nel rispetto delle norme anti contagio, a cui hanno partecipato i familiari e amici stretti. Tra loro anche don Ennio Stamile, referente di “Libera” Calabria, e dei soci dell’associazione.

Maria Avolio, vedova Ferrami, da sempre porta avanti il messaggio di cittadinanza attiva e di legalità, un impegno che pure l’associazione “Ferrami” si propone di rendere concreto con il coinvolgimento delle scuole.

Il consigliere regionale Antonio De Caprio, presidente della commissione regionale contro la ’ndrangheta e l’illegalità diffusa, ha inviato un messaggio di vicinanza all’associazione “Ferrami” e ai familiari dell’imprenditore cremonese, morto 39 anni fa per mano della criminalità organizzata. Ulteriori approfondimenti nell'edizione di domani di Gazzetta del Sud acquistabile in edicola o nello store digitale.

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook