Venerdì, 27 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Nuovi contagi da Coronavirus a Lamezia Terme, chiusi Tribunale e sede Inps
FINO A DOMANI

Nuovi contagi da Coronavirus a Lamezia Terme, chiusi Tribunale e sede Inps

di
coronavirus, inps, lamezia terme, Catanzaro, Calabria, Cronaca
Il tribunale di Lamezia

Il Tribunale, il pub, le scuole, gli uffici pubblici: il Coronavirus, il nemico invisibile, è entrato nei luoghi frequentati quotidianamente da migliaia di lametini e ora in città la preoccupazione è palpabile.

Il sindaco di Lamezia Paolo Mascaro invita alla calma e all’osservanza scrupolosa delle regole ma le sue giornate sono ormai scandite da continui contatti telefonici con i responsabili del dipartimento di Prevenzione dell’Asp, a cui seguono le continue ordinanza di quarantena e gli aggiornamenti forniti ai cittadini tramite i canali social. Al momento i contagi si attestano a quota 29 – gli ultimi 4 sono stati riscontrati in mattinata – ma è ormai chiaro che sono destinati a salire nelle prossime ore.

I numeri sono evidentemente più alti rispetto a quelli della prima ondata della pandemia, ma la percentuale di casi in rapporto agli abitanti non è comunque neanche avvicinabile al trend in costante aumento a livello nazionale. Solo 2 su 29, inoltre, sono le persone contagiate che si trovano attualmente ricoverate; una è stata dimessa perché sta meglio nonostante continui a risultare positiva e tutte le altre si trovano in condizioni di salute definite tutto sommato non preoccupanti.

Con questi numeri, dunque, l’ipotesi dell’istituzione di una zona rossa, specie per una città così vasta e popolosa, è poco plausibile, ma il tracciamento dei contatti dei contagiati è evidentemente tanto difficile quanto potenzialmente largo vista la positività di persone che per lavoro frequentano uffici pubblici ed edifici scolastici.

In Tribunale, dopo che si è appresa la notizia di un avvocato positivo, sono state sospese tutte le attività – fatta eccezione per quelle urgenti – per le giornate di oggi e di domani. La sede dell’Inps rimarrà chiusa almeno fino a venerdì perché ieri sera è stato riscontrato il contagio di una dipendente dell’ospedale che lavora come operatrice sociale in convenzione nelle Commissioni di accertamento medico per l’invalidità civile.

Le attività dell’Istituto di previdenza sociale vanno avanti con il personale in smartworking ed è stato istituito anche un presidio all’esterno della sede per avvisare gli utenti della situazione. Una persona è stata trovata positiva anche tra i dipendenti dell’Agenzia delle entrate, chiusa per la sanificazione dei locali. Anche un noto pub cittadino ha dovuto annunciare la chiusura a causa del contagio di un dipendente, con l’intero staff che era in quarantena già da lunedì e che ha consegnato i registri dei clienti degli ultimi giorni.

Sempre più, infine, gli istituti scolastici che adottano la didattica a distanza per evitare situazioni di rischio e che sono costretti a chiudere i locali per la sanificazione. Oggi è stata accertata la positività di due alunni della scuola secondaria “Pitagora” e sono state dunque chiuse per la giornata di domani tutte le scuole dell’Istituto per sanificare i locali.

Sempre oggi sono state sospese le attività didattiche in presenza per una classe – la quinta B – del Liceo Classico “Fiorentino” in seguito alla comunicazione di una situazione di rischio da parte dei genitori di un alunno. Chiuso domani per sanificazione anche lo Scientifico “Galilei” dopo che è stata accertata la positività di un docente, mentre già da martedì l’'istituto "Einaudi ha sospeso le lezioni in presenza e attivato la didattica a distanza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook