Martedì, 27 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca L'omicidio di Francesco Vangeli a Filandari, tre posizioni stralciate dalla Corte d'Assise
VIBO

L'omicidio di Francesco Vangeli a Filandari, tre posizioni stralciate dalla Corte d'Assise

di
filandari, fiume Mesima, omicidio, Francesco Vangeli, Catanzaro, Calabria, Cronaca
Francesco Vangeli

Stralciate tre posizioni il processo per l'omicidio di Francesco Vangeli - il 26enne di Scaliti di Filandari, scomparso la notte tra il 9 e il 10 ottobre del 2018 - proseguirà in Corte d'Assise soltanto a carico di Antonio Prostamo, 31 anni di San Giovanni di Mileto (avv. Sergio Rotundo e avv. Giuseppe Grande), ritenuto responsabile dell'efferato omicidio e della soppressione del cadavere.

Ieri nel corso della prima udienza del processo, in sede di questioni preliminari, l'avv. Tommaso Zavaglia difensore di Alessia Pesce, 21 anni, di Pizzinni di Filandari, la ragazza contesa tra Francesco Vangeli e Antonio Prostamo, ha sollevato un'eccezione relativa all'assenza della competenza funzionale della Corte d'Assise e, in subordine, l'esclusione della competenza della Procura distrettuale. Eccezione accolta dal presidente Bravin che ha stralciato la posizione di Pesce e trasmesso gli atti alla Procura ordinaria di Vibo. In pratica la Corte ha ritenuto che il reato contestato all'imputata - è accusata di aver fornito false dichiarazioni su quanto accaduto la sera della scomparsa di Francesco Vangeli - non abbia alcuna connessione con l'omicidio.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud, edizione di Catanzaro

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook