Lunedì, 10 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Locri, omicidio Muià: cancellato l'ergastolo a Gianluca Racco
CORTE D'APPELLO

Locri, omicidio Muià: cancellato l'ergastolo a Gianluca Racco

Gianluca Racco, Giuseppe Muià, Reggio, Calabria, Cronaca
Gianluca Racco

Gianluca Racco è stato assolto dall'accusa di avere preso parte all'omicidio di Giuseppe Muià, assassinato a Siderno l'8 maggio 1999. Lo hanno disposto i giudici della III sezione penale della Corte di Appello di Napoli che ha accolto la richiesta di revisione presentata e discussa dall'avvocato Cosimo Albanese, difensore del 41enne di Siderno condannato per omicidio alla pena dell'ergastolo con sentenza emessa nel 2004 dalla Corte d'assise di appello di Reggio Calabria.

Il giudizio di colpevolezza in capo al 41enne Racco era fondato essenzialmente sul contenuto di intercettazioni ambientali dell'epoca, senza che si fosse proceduto ad alcuna comparazione vocale tra i conversanti e l'imputato, che allora si trovava in stato di irreperibilità. Racco è stato arrestato nell'agosto del 2009 in Olanda dai carabinieri e successivamente estradato in Italia. L'avvocato Albanese nel 2013 ha depositato in favore del proprio assistito la richiesta di revisione della sentenza del 2004, rappresentando quale prova nuova, idonea a far sorgere un ragionevole dubbio sull'identificazione di Racco, una consulenza fonica, chiedendo, altresì, l'espletamento su tale circostanza di un'apposita perizia.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud, edizione di Reggio

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook