Mercoledì, 21 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca La Calabria manda a Roma mille rose per Santa Rita
LE CELEBRAZIONI

La Calabria manda a Roma mille rose per Santa Rita

Mille rose dalla Calabria - 500 da Tropea, nel Vibonese  e altrettante da Cittanova, in provincia di Reggio Calabria - affinché l'Ordine di Sant'Agostino possa "non interrompere la tradizione di un segno che possa rappresentare la carezza di Santa Rita in un momento tanto difficile per la nostra Italia e per il mondo intero".

A rinnovare l'invito del dono di 500 rose al sindaco di Tropea Giovanni Macrì è stato, nei giorni scorsi, padre Domenico Giacomobello, priore del Convento di Sant'Agostino di Roma.

L'Ordine, infatti, celebra annualmente e con particolare fervore la festa di Santa Rita da Cascia, suora agostiniana vissuta dalla fine del 1300 alla metà del 1400 "che rappresenta un luminoso esempio di unione a Dio nella preghiera - spiega padre Giacomobello - e di servizio e amore per i fratelli, invocata dai fedeli come santa degli impossibili". E proprio per non privare i fedeli della possibilità di rivolgere suppliche alla santa, davanti alla reliquia e all'immagine custodite nella Basilica di Sant'Agostino in Campo Marzio, l'Ordine ha predisposto misure di precauzione e contingentamento che possano garantire il regolare afflusso di fedeli.

Tutto è pronto dunque per le celebrazioni di domani. Un evento alla cui realizzazione ha contribuito un altro calabrese, ovvero il dott. Luigi Mazzeo (di origine vibonese) della Fondazione "Sapientia Mundi" - responsabile organizzativo dell'iniziativa - assieme alla dottoressa Maria Concetta Valotta, segretario generale della Camera arbitrale della sussidiarietà territoriale.

E domani nella Basilica di Sant'Agostino sono attese le 500 rose provienienti da Tropea e le altre 500 rose offerte dal vivaio Lo Prete di Cittanova. Nel corso della celebrazione sarà benedetto il Gonfalone della Città di Tropea che sarà sorretto da un agente della Polizia municipale in divisa. Poi le rose, dopo la benedizione, saranno distribuite ai fedeli che per la prima volta dopo mesi, nel rigido rispetto delle regole, potranno partecipare a una funzione religiosa solenne.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook