Lunedì, 24 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Inchiesta per corruzione, il magistrato Luberto lascia Catanzaro e passa a Potenza
ERA PROCURATORE AGGIUNTO

Inchiesta per corruzione, il magistrato Luberto lascia Catanzaro e passa a Potenza

di
corruzione, giustizia, Vincenzo Luberto, Catanzaro, Calabria, Cronaca
Vincenzo Luberto

Vincenzo Luberto non è più procuratore aggiunto antimafia alla DDA di Catanzaro. La sezione disciplinare del Consiglio Superiore della Magistratura ne ha disposto il trasferimento, come giudice civile, al Tribunale di Potenza. Luberto è indagato per corruzione in atti giudiziari dalla Procura di Salerno, guidata da Luca Masini.

Al magistrato vengono contestati i rapporti avuti con l'ex parlamentare calabrese del PD Ferdinando Aiello. Nelle scorse settimane le gravi accuse gli erano state ritualmente contestate dai magistrati campani con un avviso di garanzia.

A Potenza è già stato trasferito nei mesi scorsi anche l'ex procuratore di Castrovillari, Eugenio Facciolla, coinvolto in un'altra inchiesta dei pm salernitani.

Il magistrato ha svolto le funzioni di pm a Cosenza ottenendo successivamente la nomina a procuratore aggiunto a Catanzaro. Nel capoluogo di regione si è occupato della criminalità organizzata dell'area ionica cosentina e crotonese e delle cosche dell'area tirrenica cosentina.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook