Martedì, 24 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reggio affonda tra i rifiuti, i cittadini in rivolta scendono in piazza
LA PROTESTA

Reggio affonda tra i rifiuti, i cittadini in rivolta scendono in piazza

di

Domenica mattina in piazza per centinaia di reggini imbufaliti. «Siamo stanchi», campeggiava in uno striscione. E questa “stanchezza” di vedere la città sommersa dai rifiuti («soprattutto in periferia», hanno urlato) si è sfogata contro la raccolta porta a porta «che non funziona e sta causando danni ingenti».

I reggini sono stanchi di pagare cifre altissime per le bollette e in cambio non ricevere alcun servizio. Sono stufi e si sono ritrovati in piazza Italia tra Palazzo San Giorgio, sede del Comune, e Palazzo Alvaro, sede della Città Metropolitana, per urlare tutta la loro rabbia.

Come quella di una signora di Croce Valanidi: «Siamo sepolti dall'immondizia e da venerdì non vediamo una goccia d'acqua. Il Comune ci ha detto che non ha un'autobotte da mandarci... Ma dove viviamo?».

L'articolo completo nell'edizione odierna di Reggio della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook