Mercoledì, 13 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

Medicina, attivato il percorso formativo di biologia con curvatura biomedica in tre licei vibonesi

Ben tre licei del territorio Vibonese hanno ottenuto l’autorizzazione, da parte del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca Scientifica, ad attivare il percorso nazionale di “Biologia con curvatura biomedica” secondo il modello ideato e sperimentato d’intesa con la Federazione degli Ordini dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri.

A comunicare la notizia il presidente dell’Ordine provinciale dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri di Vibo Valentia Antonino Maglia il quale ha fatto sapere che proprio "allo scopo di attivare questo innovativo e prestigioso percorso formativo si è svolta presso la sede dell’Ordine la prima riunione organizzativa del percorso didattico alla presenza dei rappresentanti Ordinistici e dei Presidi e Professori degli Istituti scolastici coinvolti".

Erano presenti per l’Ordine dei Medici il presidente Antonino Maglia, il segretario Tindarita Todaro, coordinatrice per il Liceo Classico “Morelli” di Vibo Valentia, il consigliere Vincenzo Scarmozzino, coordinatore per il Liceo Classico-Scientifico “Pietro Paolo Vianeo” di Tropea e due dei tre docenti medici che avvieranno la formazione scientifica riservata alla docenza ordinistica, Annunziata Bartolotta e Annunziata Rombolà.

Per gli istituti scolastici erano presenti Raffaele Suppa, dirigente scolastico del Liceo Classico “Morelli” di Vibo Valentia, accompagnato da Ida Papatolo, docente di Scienze, Marisa Piro, dirigente scolastico del Liceo Classico “Bruno Vinci” di Nicotera, accompagnata da Biancarosa Maruca, docente coordinatrice del percorso formativo con la collega Antonia Pagano, docente di Scienze ed infine per il Liceo Classico-Scientifico “Pietro Paolo Vianeo” di Tropea Nicolantonio Cutuli, dirigente scolastico accompagnato da Maria Domenica Ruffa, docente coordinatrice del percorso formativo per l’istituto scolastico di Tropea.

"La prospettiva - ha sottolineato Maglia - sarà quella di fornire risposte concrete alle esigenze di orientamento post-diploma degli studenti, per facilitarne le scelte sia universitarie che professionali con un percorso educativo di ben centocinquanta ore di lezioni frontali e sul campo che consentiranno ai discenti di assimilare, a partire dalla terza classe Liceale, le competenze scientifiche previste dal MIUR per questo ciclo scolastico e, in particolar modo, di comprendere la reale attitudine a frequentare facoltà universitarie di ispirazione sanitaria. Il percorso avrà una durata triennale, per un totale di 150 ore di cui 20 tenute dai docenti di scienze, 20 dai medici indicati dall’Ordine dei Medici con 10 ore “sul campo”, presso strutture sanitarie, ospedali, laboratori di analisi es altre strutture aziendali. L’accertamento delle competenze acquisite avverrà in itinere in laboratorio attraverso la simulazione di “casi”. Con cadenza bimestrale, a conclusione di ogni nucleo tematico di apprendimento, è prevista la somministrazione di un test: 45 quesiti a risposta multipla".

Si avvia, dunque, una nuova opportunità per i ragazzi della provincia che potranno così contare su nuove possibilità di formazione personale e scolastica e su un orientamento più aderente alle inclinazioni personali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook