Sabato, 21 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
IL CASO

Bimbo preso a calci a Cosenza, il padre: "È turbato, la notte si sveglia e piange"

di

«Mio figlio Rayem non è più quello di un tempo: stanotte s'è svegliato all'improvviso e ha iniziato a piangere ininterrottamente». Bouazza Toubi, il padre del treenne che lo scorso 3 settembre sarebbe stato colpito con un calcio allo stomaco a Cosenza dal fratello di un pentito di camorra, racconta quanto sta accadendo alla sua famiglia. A supporto di ciò che dice, invia alla cronista persino l'audio del pianto del bambino.

«Il piccolo è turbato, e io sono molto preoccupato - dice il signor Toubi -. Un tempo era così socievole che già a 2 anni lo mandammo all'asilo, ma ora non credo che potremmo più portarcelo. Vuole stare solo con mia moglie».

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Cosenza in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook