Domenica, 18 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
LE INDAGINI

Le 'ndrine dalla Locride al Canada: confermati 7 arresti, due scarcerati

di
canada, locride, ndrangheta, Carmelo Muià, Reggio, Calabria, Cronaca
Il tribunale di Locri

Prime decisioni per gli indagati della maxioperazione “Canadian 'Ndrangheta Connection”. Ieri pomeriggio, infatti, i gip presso il Tribunale di Locri, Amelia Monteleone e Sergio Malgeri, all'esito dell'udienza di convalida del fermo emesso dalla Procura antimafia di Reggio, hanno disposto 7 misure cautelari in carcere, una agli arresti domiciliari e 2 scarcerazioni.

Per alcune posizioni i gip hanno convalidato il fermo, per altre no. I giudici, come scrive la Gazzetta del Sud in edicola, hanno dichiarato la propria incompetenza in ordine ai reati oggetto del procedimento penale con conseguente trasmissione degli atti all'ufficio del pubblico ministero presso il Tribunale di Reggio.

La genesi dell'indagine si incardina a seguito dell'omicidio di Carmelo Muià, detto “Mino”, ucciso il 18 gennaio 2018 a Siderno. È iniziata in questo modo un'indagine che ha portato gli inquirenti a scoprire quelli che sarebbero i nuovi assetti su Siderno e le propaggini, come storicamente affermato, che collegano la cittadina ionica reggina con il Canada.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook