Lunedì, 16 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
DISAGI NELLA MOBILITA'

In Calabria si viaggia come nel terzo mondo, la “lunga marcia” di protesta della Cgil

di

Sarà più laica di un pellegrinaggio a Lourdes e meno mistica del cammino di Santiago de Compostela, ma è altrettanto carica di significato la “lunga marcia” della Cgil per accendere i riflettori sui mille problemi della mobilità calabrese. In dieci, tutti dirigenti della Federazione trasporti del sindacato, cammineranno per 150 chilometri sulla Statale 106, dall'aeroporto di Reggio fino a Caulonia Marina.

«Scioperi ne abbiamo fatti tanti - spiega il segretario della Filt Cgil Calabria Nino Costantino - ma senza essere riusciti a dare risalto alla vertenza trasporti in Calabria. Adesso abbiamo pensato a quest'iniziativa eclatante nella speranza che la questione diventi un caso nazionale».

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook