Martedì, 28 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Anziano ucciso a Pesaro, arrestati quattro calabresi: incastrati da Dna e video
LE INDAGINI

Anziano ucciso a Pesaro, arrestati quattro calabresi: incastrati da Dna e video

I carabinieri di Pesaro hanno arrestato quattro persone per l'omicidio di Sesto Grilli, pensionato di 74 anni, trovato morto, legato e imbavagliato nella sua abitazione di San Lorenzo in Campo la notte del 17 marzo scorso.

Per il delitto, probabilmente scaturito da una rapina, sono finite in carcere persone originarie della Calabria ma residenti tra Marche ed Emilia Romagna: tra gli elementi d'accusa tracce genetiche, per due arrestati, e filmati di telecamere di videosorveglianza.

I carabinieri hanno eseguito gli arresti fra Pesaro, San Pietro in Casale (Bologna) e Melissa (Crotone). Durante le perquisizioni portate avanti dopo il delitto, erano stati trovati in casa di Grilli circa 13mila euro in contanti, parte contenuti in una cassaforte in garage.

Per il delitto - l'anziano venne legato e pestato a morte - probabilmente scaturito da una rapina, sono finiti in carcere: Nino De Luca, 28 anni, residente a Pesaro città da molti anni; il fratellastro Franco, 40enne, da poco rientrato in Italia dalla Germania e stabilitosi prima a Pesaro e poi a Melissa; Dante Lanza, 34 anni, e Massimiliano Caiazza, 28enne entrambi con dimora a San Pietro in Casale nonché operai in un’azienda di facchinaggio dell’interporto di Castel Maggiore in provincia di Bologna. I fratelli De Luca sono  di Melissa, dove è stato arrestato l'altroieri Franco De Luca, mentre Caiazza e Lanza sono originari di Cetraro. 

Forse era questo l'obiettivo della presunta banda sgominata dai carabinieri. All'identificazione degli arrestati i militari sono giunti esaminando anche i video di sorveglianza vicino casa della vittima, il traffico telefonico in zona e reperti biologici degli interessati esaminati dal Ris che corrispondevano con due di quelli rinvenuti nell'abitazione della vittima.

Nei prossimi giorni verranno effettuati gli interrogatori di garanzia e altri accertamenti per chiarire le singole posizioni e la dinamica di quanto avvenuto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook