Sabato, 21 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
LE INCHIESTE

Globalizzazione della 'ndrangheta: i traffici libanesi e l'ombra di Hezbollah

di

Intrighi internazionali. Le inchieste delle Dda di Reggio e Catanzaro confermano la globalizzazione della ‘ndrangheta. Boss e picciotti calabresi fanno affari con gli albanesi: droga e armi legano i malavitosi di Oltreadriatico ai seguaci del “crimine” di Polsi. Sequestri di stupefacente, arresti e condanne recentissime confermano la natura e l'esistenza del rapporto soprattutto nella Sibaritide e nel Vibonese. Un rapporto sviluppato, a dire il vero, pure nelle piazze lombarde del narcotraffico.

Gli schipetari rappresentano tuttavia solo uno dei “canali” adoperati dalle cosche nostrane per approvvigionarsi di hashish, marijuana e d eroina. I narcos calabresi, infatti, hanno stabilito costanti contatti con i gruppi delinquenziali marocchini - spesse volte collegati a movimenti terroristici come “Fath Al Andalous” - da cui si riforniscono di “erba” e “fumo” attraverso finti pescherecci fatti attraccare nei porti spagnoli. Ma è in Libano, nella valle della Bekaa, che i broker della 'ndrangheta pare abbiano stabilito rapporti per ottenere droghe leggere a prezzi concorrenziali.

Droghe coltivate nella zona in gran quantità dai gruppi criminali locali che attraverso i proventi della vendita si sospetta finanzino anche le milizie di Hezbollah. E che un possibile legame tra i libanesi ed i calabresi fosse stato instaurato s'ipotizzò nel 2010 quando, dal container d'una nave attraccata nel porto di Gioia Tauro saltarono fuori 7 tonnellate di esplosivo T4 destinato a Hezbollah.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook